Torna alle news
05/07/2022

Green new deal, le opportunità per le aziende italiane

in Non categorizzato

Il Green New Deal è una serie di iniziative politiche che la Commissione Europea ha proposto al fine di conseguire entro il 2050 l’obiettivo della neutralità climatica in Europa. In un momento storico in cui il degrado ambientale rappresenta una forte minaccia per tutto il mondo, Europa incluse, il Green New Deal Europeo intende favorire la transizione a un’economia efficiente e moderna. 

Cos’è il Green New Deal europeo?

Il Green New Deal europeo consiste in un insieme di proposte che la Commissione europea ha previsto allo scopo di rinnovare le politiche della Ue per i trasporti, l’energia, il clima e la fiscalità: così, già entro il 2030 le emissioni nette di gas a effetto serra dovranno essere ridotte del 55% rispetto ai livelli registrati nel 1990. Lo scopo del Green New Deal europeo è quello di migliorare la salute e aumentare il benessere dei cittadini di oggi e di domani, attraverso diverse iniziative: per esempio il rinnovamento degli edifici, che dovranno essere resi efficienti sotto il profilo energetico; ma anche la promozione della biodiversità, di un suolo sano e della pulizia dell’acqua e dell’aria. L’incremento dei trasporti pubblici e la disponibilità di cibo sano per tutti a prezzi accessibili sono altri due traguardi che devono essere raggiunti. Dal punto di vista prettamente economico, il Green New Deal impone di iniziare a produrre merci che durino di più e articoli che si possano riusare, riciclare e riparare. L’innovazione tecnologica deve garantire energia più pulita, e la transizione energetica deve essere agevolata da una formazione professionale mirata per le figure che se ne occuperanno. Gli ambiti di azione, come si vede, sono molteplici: i trasporti, l’ambiente, il clima, l’agricoltura, l’energia, gli oceani, la ricerca, l’industria e l’innovazione.

A chi si rivolge il Green New Deal

Quasi tutti i settori dell’economia europea – e quindi italiana – saranno coinvolti dal Green New Deal. Tutte le aziende, pertanto, dovrebbero analizzare il proprio ruolo nella filiera di riferimento, a partire dalla produzione per arrivare alla distribuzione. Ogni impresa può sfruttare questa occasione per investire in tecnologie che siano rispettose dell’ambiente. Il denaro messo a disposizione, come finanza agevolata o come fondo perduto, è una risorsa preziosa da sfruttare: le aziende, piccole o grandi che siano, non possono non farsi trovare pronte: il che vuol dire predisporre dei progetti che possano essere sviluppati e realizzati.

Green New Deal: le opportunità per le aziende italiane

Le opportunità concesse dal Green New Deal alle aziende italiane riguardano in modo particolare la filiera dell’edilizia, quella dell’automotive e quella alimentare, ma anche i comparti del commercio, dell’energia, delle reti distributive e della moda. Tali opportunità possono essere colte solo se si punta su un’analisi strategica che tenga conto non solo della sostenibilità ambientale, ma anche della responsabilità sociale e della sostenibilità economica. Le imprese sono chiamate, quindi, a verificare quali strumenti di finanza agevolata (e non solo) saranno proposti, per poi definire un business plan. Il tutto in una prospettiva di medio e lungo termine.

I principali settori che beneficiano del Green New Deal

I settori che beneficiano del Green New Deal sono molteplici: quello industriale, per esempio, visto che le industrie ad alta intensità energetica dovranno essere modernizzate e carbonizzate; ma anche quello dell’edilizia. Il piano, infatti, prevede l’utilizzo di sistemi di costruzione che siano efficienti a livello energetico. Anche il consolidamento dei processi di riciclo è fondamentale, in relazione in particolare alle materie plastiche, ai componenti elettronici, ai materiali per l’edilizia e ai tessuti. 

Accedere ai fondi del Green New Deal: come fare

Per accedere ai fondi del Green New Deal si può fare riferimento al Fondo per la crescita sostenibile previsto dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e dal Ministero dello Sviluppo Economico. Si tratta di una misura finalizzata a offrire agevolazioni finanziarie alle imprese che si dedicheranno a progetti di innovazione, sviluppo e ricerca per la transizione ecologica. I contenuti sono definiti nel decreto interministeriale del 1° dicembre del 2021, e accedere alle agevolazioni è possibile in due modi: per i programmi il cui importo è compreso tra i 10 e i 40 milioni di euro, con una procedura negoziale; per i programmi il cui importo è compreso tra i 3 e i 10 milioni di euro, con una procedura a sportello. I contributi a fondo perduto possono raggiungere al massimo il 10% per il contributo in conto impianti in relazione all’acquisizione delle immobilizzazioni a cui si riferiscono le attività di industrializzazione.

Gruppo Mossali e tecnologie green per la tua azienda

Gruppo Mossali si propone come partner al fianco delle aziende che desiderano sfruttare le occasioni concesse dal Green New Deal europeo ed essere protagoniste della transizione energetica in atto. Clicca qui per conoscere le soluzioni a tua disposizione e le opportunità che puoi sfruttare grazie alle nostre proposte.  

green news deal
Richiedi informazioni